Yoga Tantrico Sciamanico

Il Percorso Yoga-Tantrico Sciamanico

Sia lo Yoga Tantra che lo Sciamanesimo sono percorsi di libertà interiore che ci svelano la natura più sottile della Realtà e che ci portano ad un processo di auto-rivelazione attraverso una connessione intima con la vita, la natura e il mondo che ci circonda. Entrambi ci insegnano ad osservare e a lasciare andare le nostre paure e ad entrare in contatto con quell’energia vitale che abita in noi e che, in verità, è la medesima energia che genera il mondo intero.

La parola “yoga” indica uno stato di unione, di superamento dei conflitti. La pratica dello yoga conduce al benessere del corpo e alla PACIFICAZIONE DELLA MENTE. Oggi lo “yoga” viene inteso semplicemente nel senso di esecuzione di asana, ma nel suo significato originale e più puro le tecniche di respirazione, di meditazione e di visualizzazione dello yoga sono prima di tutto una disponibilità interiore volte alla Liberazione dal senso del Sè, dal materialismo e dall’oggettività delle cose.

La parola “sciamano” si riferisce allo STATO NATURALE CHE RITORNA IN CONTATTO CON LA PROPRIA PARTE PIÙ LIBERA, SELVAGGIA, CREATIVA, SCIAMANICA. Lo sciamano è un poeta immerso nell’estasi creativa della bellezza naturale, capace di sentire l’anima delle cose. Nelle tradizioni di natura, lo sciamano è colui che ha il potere di andare oltre la Grande Soglia, viaggiare nell’underworld, il mondo infero, vedere l’invisibile e fare ritorno.

La parola “Tantra” significa “mezzo per la Liberazione”. Il tantrismo è un fenomeno trasversale alle principali religioni del mondo e ne rappresenta l’aspetto più esoterico. ATTRAVERSO IL TANTRISMO È POSSIBILE LIBERARCI DALLA PROGRAMMAZIONE INCONSCIA E DAI CONDIZIONAMENTI DELLA MATRIX, alla quale la civiltà ci vincola per renderci governabili, misurabili, prevedibili, e di conseguenza ritrovare la nostra natura più creativa, libera e selvaggia.

Lo YOGA SCIAMANICO, termine coniato da Mircea Eliade, è dunque l’unione di queste due Vie molto affini che insieme divengono ancora più potenti. Gli insegnamenti dello yoga sciamanico affondano le radici nel substrato esoterico di tutte le tradizioni spirituali dei popoli (orientali e occidentali), cioè in quegli insegnamenti iniziatici a matrice naturale e tantrica per lo più trasmessi oralmente. I grandi fondatori dello Yoga Sciamanico sono: Abhivanagupta, Tilopa, Naropa, Milarepa, Ma Gcig, Yeshe Tsogyel, Padmasambhava vissuti nelle regioni dell’Himalaya, dal Kashmir al Tibet, dal Ladakh al Buthan tra il 700 e il 1200 d.C.

Fanno parte dello Yoga Tantrico Sciamanico: i 6 YOGA DI NAROPA (lo yoga del calore psichico, lo yoga del corpo illusorio, lo yoga della luce chiara, lo yoga del trasferimento del principio cosciente, lo yoga del sogno, lo yoga del Bardo), i rituali della non-esistenza e della rinascita mistica, lo yoga del giorno e della notte, lo yoga del vuoto, il Nyasa, il rito del Chod.

Lo Yoga Tantrico Sciamanico è per eccellenza lo YOGA DELLA COMPRENSIONE DELLO STATO DI SOGNO. Parla attraverso pratiche meravigliose che riguardano IL RISVEGLIO DELL’ENERGIA DORMIENTE IN OGNI UOMO: LA KUNDALINI. É per questo che lo yoga tantrico-sciamanico è stato definito da Julios Evola lo Yoga della Potenza.

Lo Yoga Tantrico Sciamanico parla con linguaggio alchemico: è fratello gemello dell’alchimia e volge dritto allo scopo che il maestro Sri Aurobindo ha ben definito in un suo celebre aforisma: “CHE TUTTO IN TE SIA GIOIA, QUESTA È LA TUA META”.

Lo Yoga Tantrico Sciamanico è lo yoga della smaterializzazione, depersonalizzazione del reale. Che lo si dica con termini più psicologici (ritirare le proiezioni) o mistico-yogici (riassorbire il reale), la sostanza non cambia: TUTTA LA REALTÀ OGGETTIVA È UN GRANDE SOGNO, UN’IPNOSI COLLETTIVA E INDIVIDUALE dalla quale siamo chiamati a risvegliarci allenando l’attenzione cosciente per ricordarci chi siamo veramente (i creatori manifestanti del sogno) e restituire così l’anima alle cose.

“Siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni” (William Shakespeare). Siamo fatti di questa stessa sostanza spirituale, cioè invisibile, animica.

Ogni cosa, persona, emozione, evento, esperienza con cui veniamo in contatto quotidianamente, sono un sogno all’interno di un sogno, come l’immagine della luna riflessa nell’acqua, sono visioni vivide e lucide, ma prive di sostanza; non sono altro che nostre PROIEZIONI (il che non vuol dire che non esistano!), creazioni che prendono forma da quel luogo primevo da cui si originano tutte le immagini: l’Akasha, il luminoso spazio vuoto della Medesimezza, il leggendario Shambala dei tibetani, la mitica valle dell’Orizzonte Perduto, Shangri-La.

Questo spazio è la Terra di Mezzo, il confine che non ha collocazione né di tempo né di spazio in cui si incontra tutto ciò che è di qua e di là della Grande Soglia, la grande Medesimezza, la soglia liminale, il confine tra la vita e la morte, tra il conscio e l’inconscio, tra l’uomo e l’anima, tra il visibile e l’invisibile. È in questa “no man land”, la “terra di nessuno”, che si formano i miti che governano la nostra psiche e la nostra vita.

Questo confine è rappresentato dall’ANDROGINO, SIMBOLO DELL’UNIONE DI VITA E MORTE E DI TUTTI GLI OPPOSTI, DELLA VITTORIA DELL’AMORE SULLA PAURA E DELL’INCONTRO CON IL SACRO, il Sacrum Facere, la capacità di darsi.

Arrivare qui è avere la grande opportunità di de-programmare comportamenti inconsci nocivi e indesiderati, è scoprirsi “sognatori del sogno”, creatori e non vittime degli eventi.

Nello Yoga Tantrico Sciamanico riprendiamo il dialogo interrotto con l’invisibilità, con il Grande Spirito che sta al fondo di qualsiasi cosa (le ombre invisibili che determinano il nostro pensare e il nostro agire, il regno degli spiriti, delle ombre, degli avi e antenati, degli archetipi, dei sogni, dei miti e delle favole, di dio e di tutti gli dei e dee che popolano le profondità della nostra psiche), e riportiamo ogni cosa, persona, esperienza, situazione alla sua VERA NATURA UNICA (che non è altro che anima, immagine, sogno, proiezione, illusione, chittamaya).

IL SENSO DELL’OGGETTIVITÀ DELLE COSE E DEL MATERIALISMO SONO INGANNI CHE, AL MOMENTO DEL RISVEGLIO DAL SOGNO, SVANISCONO COME FUMO NEL VENTO.

Samanta Bhadra

“Il supremo modo di vedere è trascendere Soggetto e oggetto.
La suprema meditazione è non essere distratti.
La suprema condotta è assenza di sforzo.
La realizzazione della meta è non avere né speranza né timore.
La vera natura della coscienza è Chiarezza al di là delle immagini.
La meta della via degli esseri risvegliati è conseguita senza una via da percorrere.
Il sommo risveglio è realizzato senza qualcosa da praticare”

Tilopa (Mahamudra)

A chi è rivolto

Questo percorso formativo si rivolge a tutti coloro che vogliono intraprendere un percorso di conoscenza di sé volto al RISVEGLIO dalle illusioni, basato sul concetto di fondo che tutto è maya, sogno, immagine, proiezione.
Cosa sono queste illusioni da cui SIAMO CHIAMATI A RISVEGLIARCI?
Potremmo chiamarle cittamaya (illusioni mentali, costruzioni mentali), condizionamenti, attaccamenti, trappole dell’oggettivismo e del materialismo, delle sensazioni e dei pensieri nei quali tendiamo a identificarci.

Cosa può fare per te

Lo Yoga Tantrico Sciamanico ti permette di entrare in contatto con il tuo corpo in profondità per attivare un cambiamento, una trasformazione, una vera operazione alchemica. Grazie alla grande forza evocativa (chiamata esperienza madre) e all’esperienza corporea (chiamata esperienza figlio), lo Yoga Tantrico Sciamanico agisce sull’energia, sui canali e sui centri energetici (nadi e chakra), per risvegliare la forza vitale in te.

Diventando consapevole di essere il sognatore del sogno, ricordando a te stesso che stai sognando e che ciò che percepisci è un’immagine prodotta dal tuo stesso sogno, puoi accedere alle profondità dell’anima dove si trovano tutte le tue potenzialità, la gioia, il piacere immoto (che non dipende dall’esterno e che non va mai via) e la meraviglia.

Puoi così cambiare la relazione con le immagini che proietti nella vita, in modo da diventare il CREATORE DELLA TUA VITA ED ESSERE LIBERO!

Tornare in contatto con ciò che realmente siamo, con questa energia vitale, AVVIA UN PROCESSO SPONTANEO DI DE-PROGRAMMAZIONE E DI TRASVALUTAZIONE DELLE EMOZIONI NEGATIVE IN OPPORTUNITÀ, PROCESSO CHE CI RENDE CAPACI DI TRARRE FORZA DALLE DIFFICOLTÀ.

“Prima di lamentarvi o di ribellarvi alle prove e agli ostacoli, provate a considerarli come occasioni per imparare a contare unicamente sulle forze spirituali che sono in voi. Se foste tranquilli, soddisfatti, se nulla vi disturbasse, rimarreste alla superficie delle cose; invece, nell’isolamento e nella tristezza, siete obbligati ad abbandonare la superficie per cercare l’aiuto dentro di voi. Il ruolo dell’iniziazione è appunto quello d’insegnare al discepolo a rientrare in se stesso per trovarvi la vera forza, il vero sostegno. Un tempo, l’Iniziazione avveniva nei templi; ora, avviene ovunque nella vita, e nei momenti in cui uno meno se l’aspetta. Voi pensate: «Ma perché non veniamo avvisati da qualche segno circa le prove che dovremo attraversare? Perché, nell’imprevisto, siamo costretti a cercare la salvezza molto profondamente in noi stessi, facendo quindi sforzi maggiori “. (Omraam Michael Aivhanov)

Cosa prevedono i ritiri

I seminari di Yoga Tantrico Sciamanico prevedono innumerevoli tecniche in cui si fa esperienza attraverso il corpo, perché non c’è cambiamento della coscienza che non passi attraverso il corpo, in quanto i condizionamenti e la morale convenzionale sono radicati nel corpo e nel sistema neuro-vegetativo.

Le tecniche di questo yoga permettono, in un primo momento che gli yogin nella Siva Samhita chiamano “riassorbimento del reale”, di riportare ogni cosa, ogni persona, ogni evento con il quale veniamo a contatto quotidianamente, alla sua reale natura di proiezione. Poi, in un secondo momento, attraverso asana e particolari tecniche di respirazione che portano ad uno stato espanso di coscienza, agiamo sulle nadi, sui canali energetici, per entrare in contatto con la nostra anima selvaggia e risvegliare quella forza che ci permette di agire sulla creazione della nostra vita. In altre parole, riassorbire il reale vuol dire riassorbire le proiezioni, per riassumerci la responsabilità di tutte le emozioni che abbiamo vissuto in vita e ritrovare il nostro potere creativo.

Sono parte dello Yoga Sciamanico pratiche e rituali antichissimi, spesso non codificati e affidati alla Conoscenza istintuale, che si perdono nella notte dei tempi e che utilizzano: il suono, i mantra, il respiro, le formule psichiche, le asana, i simboli, l’arte del risveglio della Kundalini, l’arte del vedere simultaneamente nella vita e nella morte, etc.

COMUNE A TUTTE QUESTE PRATICHE È L’ASSENZA DI SFORZO: in ogni pratica è necessario che tu rimanga nello stato naturale, senza sforzo e senza interferire, senza provare né attrazione né repulsione, senza rifiutare nulla. Semplicemente osservi le impressioni che corrono attraverso i tuoi sensi interni, i tuoi organi, il tuo corpo, come sogni che non ti appartengono. Questa osservazione, priva di identificazione e in stato ampliato di coscienza, porta ad una de-programmazione spontanea dei condizionamenti inconsci che sono l’origine di comportamenti e schemi ripetitivi di auto-boicottaggio.

Prossimi ritiri Tantrico-Schiamanici

Al momento non ci sono eventi per il percorso tantrico Sciamanico

Vedi tutti gli altri eventi…

Requisiti di Partecipazione

Il requisito principale per partecipare è che il tuo desiderio di scoprire la passione per la Vita, che è Sacra, e l’Amore per Te Stesso, per ciò che Tu realmente Sei, siano più grandi della tua paura di essere te stesso.

Tutti i corsi sono esperienziali e presuppongono la tua disponibilità ad osservare e accogliere le tue ombre e le tue luci, le tue difficoltà e i tuoi punti deboli, le tue capacità e i tuoi punti di forza. Inoltre, presuppongono la tua disponibilità a non giudicare, a sperimentare e a lavorare su te stesso all’interno del gruppo.

Se non hai mai partecipato ad un seminario di questo tipo per imbarazzo o timidezza o senti che l’idea di parlare di te e del tuo sentire davanti ad altri ti blocca, ricorda che altri come te possono avere questa tua stessa difficoltà. Eventualmente chiamami o scrivimi e ne parliamo assieme. All’interno del seminario è poi compito mio metterti a tuo agio e far sì che nel gruppo nasca un clima di armonia e rispetto. In seguito, ti ritroverai a scoprire che il gruppo è un grande supporto e di grande aiuto alla tua stessa crescita personale, in quanto rispecchiandoti impari dagli altri partecipanti e loro da te.

Se soffri di patologie cardiovascolari, di disturbi mentali, psichici o organici incompatibili con esercizi fisici o con forti emozioni non iscriverti o consulta prima il tuo medico.

I corsi sono tenuti da Malika, sono residenziali, iniziano alle ore 10:00 del primo giorno e terminano alle ore 15:00 dell’ultimo giorno indicato nel programma. Non si fa l’amore durante le sessioni di gruppo (tranne in alcuni corsi “avanzati”, cosa che ti viene comunque comunicata precedentemente).

Modalità di Iscrizione

La quota dell’insegnamento varia dai 50 ai 90 euro al giorno a persona, a seconda del seminario. Per prenotazioni entro 4 settimane prima della data di inizio seminario sconto del 10% e se ti iscrivi in coppia (uomo – donna) ulteriore sconto del 10% a persona sulla quota dell’insegnamento. Le quote di partecipazione sono da intendersi a persona e includono il 22% di Iva.
La quota dell’insegnamento è da versare precedentemente con una caparra di 100€/persona per l’iscrizione, poi il saldo avverrà all’inizio del corso. Se ripeti un corso, puoi partecipare pagando la metà della quota dell’insegnamento, finché ci sono posti disponibili. L’iscrizione sarà accettata solo ad avvenuto versamento della caparra. La caparra non è rimborsabile nel caso di un tuo ritiro nei 7 giorni precedenti la data di inizio corso; sarà invece rimborsata nel caso in cui il seminario non si tenga per motivi organizzativi o nel caso in cui la tua iscrizione non venga accettata per mancanza di bilanciamento di iscrizioni tra uomini e donne (solo per i seminari in cui questo è richiesto)”.

I corsi sono residenziali in agriturismo, per cui alla quota dell’insegnamento si aggiunge la quota del soggiorno in pensione completa che varia da 75 ai 90 euro a persona al giorno.

Se ti iscrivi come single riceverai la conferma di partecipazione non appena il numero degli iscritti sarà piuttosto bilanciato tra uomini e donne; viene data priorità in base all’ordine di effettiva iscrizione. La tua iscrizione sarà invece accettata immediatamente se ti iscrivi in 2 (uomo e donna), senza obbligo di essere coppia e di lavorare assieme.

Dopo l’iscrizione riceverai la conferma di partecipazione con indicati l’indirizzo dell’agriturismo dove si svolge il corso, gli orari, i dettagli su cosa portare.